sabato 2 aprile 2011

Non ha già abbastanza pensieri il Giappone ? No, ancora UFO, 'sti sciacalli !

Eh sì, la categoria blurfo è oramai stata studiata e categorizzata, bastano di solito un paio di riscontri oggettivi, un esame di tipo ottico, la misurazioni della densità dell' oggetto, e il caso solitamente si ridimensiona, sgonfiandosi.
Non è una questione di "leggerezza" il fatto è che 10 anni di segnalazioni-tipo di blurfo, per un totale di circa 15000 segnalazioni in totale, mi hanno permesso di sviluppare una semplice quanto efficace tecnica d' analisi per questa categoria d' avvistamenti.
Alcune di queste metodologie le ho accennate un paio di post fa, per i casi di Mr. Urzi, categoria "bottoni ed affini", e sono infallibili, basandosi su misurazioni dei dati densitometrici assoluti del file e incrociati con la testimonianza dell' avistamento e dei dati EXIF.
E sono il primo livello di analisi, se i dati dimostrano incongruenze allora si passa al secondo livello di analisi, nel caso di fotografie si passa ad un analisi degli algorimi jpg e la loro mappatura all' interno del file,
originale permettendo (quasi nessuno scatta in .raw).
Nel caso dei filmati contestati come "prova schiacciante" (e tutti tragicamente identici) salgono alla ribalta in questi tempi quelli ambientati in Giappone. La cosa tragica è il fatto che il Giappone venga utilizzato come calamita psicologica per far vedere il filmato ed esclamare "sono gli uffi che han fatto venire il terremoto".
Come al solito il filmato parte da qualche sciroccato oltreoceano, e viene rigirato per la rete arrivando anche qui in Italia, dove qualche utente di forum sull' argomento la inserisce senza pensarci, è convinto che l' UFO stavolta ci sia, perchè "passa dietro al faro, scomparendo".

Ma vediamo il filmato, musiche come al solito catastrofiche, manco i giapponesi avessero bisogno di altra sfiga, poveretti:


Lo guardo un paio di volte, le riprese sono agghiaccianti per la gravità della situazione ma concludo sghignazzando sulle analisi farlocche coi filtri psichedelici: contrasti, colori aumentati, ripresa in rilievo, in negativo, virato, sembra quasi che abbiano scelto appositamente i filtri per NON evidenziare la scena.
In un passaggio si trasformano tutti i grigi in nero, l' oggetto è nero anch' esso....ci si domanda se si vuole nascondere, invece di mostrare.

Le analisi fotografiche reali, per verificare se l' oggetto passa o meno davanti o dietro al faro sono molto più elementari. Ho semplicemente misurato l' "oggetto" e il faro densitometricamente, confrontandone i valori, e trovandoli estremamente simili, segno evidente che l' oggetto NON può essere dietro al faro in quanto presenta valori leggermente più alti dello stesso.
Ma non finisce qui, perchè l' illusione creata dalla nostra percezione dei colori è sempre in agguato, provate a dirmi qual' è il cerchio più scuro: destra, sinistra, centro?




Se avete risposto "destra" avete indovinato.
Al 33%, perchè i cerchi sono tutti dello stesso colore.
E il cerchio centrale NON presenta una sfumatura.

E' la stessa cosa che accade nel filmato, il volatile attraversa la scena in primis con il cielo molto chiaro (valori prossimi allo zero) e poi passando davanti al faro, densitometricamente quasi uguale al volatile e questo "sembra" farlo sparire, nel piccolo test qui sopra il "volatile con lo sfondo del cielo" è rappresentato dal cerchio su sfondo bianco, invece "quando passa davanti al faro" con il cerchio con lo sfondo grigio: sembra sparire.
Aggiungete il movimento, qualche compressione mpg del filmato originale, e voilà, l' UFO catastrofista è servito.

Lo so. Non mi credete ancora sulla parola: e fate bene.

E' per questo che in cinque minuti vi ho preparato due filmatini dove ho isolato i quattro fotogrammi dove il volatile fa più contrasto con il faro, dove si vede chiaramente la sagoma del volatile stesso, mossa per via dell' alta velocità angolare rispetto alla focale utilizzata (la ripresa è zoomata sul faro, la stima della velocità del volatile circa 30km\h, distanza stimata dall' operatore 10 metri circa).

Ve li propongo, con buona pace dei vari "non ti credo" e "non è vero". Come ascolterete non ci sono musiche newagiste nè catastrifiste.

Non hanno ancora capito che hanno a che fare con un fototecnico, mica un venditore di fuffa.

Caso CHIUSO.







PS e non proponetemi altri casi "blurfo" :
sono TUTTI UGUALI, in 5 minuti con un analisi densitometrica ve li sgamo.

3 commenti:

masdeca ha detto...

Sei un mito Paolo!

Skure ha detto...

no, un semplice FotoTecnico ;)

masdeca ha detto...

:D