giovedì 20 ottobre 2016

La (F)ufologia - Lezione 1


Anche oggi vi parlerò della (F)ufologia e dei loro ignoranti adepti...la (F)ufologia è infattiparagonabile a una "setta" religiosa, comprensiva di santoni con occhi allucinati e fanatici urlanti senza cervello.

La (F)ufologia (per chi ancora non la conoscesse appieno) è quella branca di studi (inesistente) che si occupa di spacciare senza expertise nè conoscenza dell argomento fotografie di "UFO" che però ritraggono tutt' altra cosa, dando spiegazioni al limite dell' assurdo.

Ma tutte queste arrampicate sugli specchi cozzano SEMPRE con la realtà dei fatti, con la verifica strumentale, con l' expertise (del sottoscritto e di altri) e soprattutto con il buonsenso.



In prima linea abbiamo ad esempio il CUFOM.
Questa risibile "associazione" tenta di darsi un tono con titoli altisonanti ma con zero contenuti, zero expertise e\o competenza in fatto di verifica con metodo strumentale\scientifico, oltre al fatto oramai appurato di affidare la loro "non-competenza" in fotografia a ignoranti "non-esperti" che si spacciano per grandi fotografi, ma che alle spalle non hanno altro che una serie di selfie scattati a fianco di celebrità.
Come se la celebrità o la competenza si trasmettesse per via aerea, come il raffreddore.

Ma lo so io, lo sapete voi e lo sanno anche i (F)ufologi: la mamma dei cretini è sempre incinta.
E ci saranno sempre degli ignoranti che spacceranno foto d' insetti, volatili e di macchie sul parabrezza sfocati per UFO.

Ed è proprio il caso di oggi: una semplice macchia sul parabrezza (lo so, lo so, vi sto togliendo la suspance) spacciata per UFO dal CUFOM.

Ecco le foto.





 La prima obiezione che solitamente viene mossa dal CUFOM è 
"queso caso è NOSTRO e voi (e cioè chiunque metta in discussione le stupidaggini spacciate del CUFOM) non avete gli originali".

Oltre al fatto di sottolineare l' assurdità dell' affermazione (un caso non è proprietà di nessuno) c'è anche da evidenziare il fatto che se il CUFOM sceglie di degradare le immagini per NON consentire altre verifiche da parte di terzi, questo indica solamente disonestà intellettuale e il cercare di nascondersi dietro ad un dito.

Perchè come è chiaro a tutti: quella è una macchia sul parabrezza.

E non lo dico io, pur essendo degradata la fotografia ci "parla".
E ci parla di una semplice regola ottica chiamata "profondità di campo".

Nella foto in questione, tutto ciò che è compreso da circa 15cm dall' ottica fotografica utilizzata fino all' "infinito" è perfettamente a fuoco. E quello che è più vicino di 15cm dalla fotocamera invece risulterà palesemente sfocato.

Esattamente come la macchia sul parabrezza.

E se il testimone afferma che invece era un "UFO che si spostava",
mostrando poi i due scatti (dove l' "UFO" sembra spostarsi) 

questa affermazione viene negata dalla semplice constatazione che il testimone ha semplicemente spostato lateralmente la fotocamera, cambiando la prospettiva di visione della macchia (e anche del  cruscotto, palesemente decentrato tra la prima e la seconda foto).

E la spiegazione è semplice, ma semplicemente il CUFOM sceglie di mentire, sapendo di mentire.

Le due foto ritraggono una semplice macchia sul parabrezza.

E basta una semplice ricontastatura delle foto per fornirne la prova strumentale (anche se non avete fornito gli originali, cari furboni\fessi del CUFOM: non fregate di sicuro il sottoscritto) .

E' palese che il vetro sia sporco da far schifo. E non sono stati gli extraterrestri.
  

 



 Se in ogni caso il CUFOM avesse ancora dubbi, è anche palese che il puntino fuori fuoco (e quindi estremamente ravvicinato alla fotocamera) abbia una densità maggiore dei toni rispetto allo sfondo.

E questa è semplice densitometria (altra verifica strumentale che il CUFOM ignora) che s' insegna come base scolastica in qualsiasi scuola di grafica\fotografia.

Con tanti saluti all' ignoranza e alla stupidità di tutto il CUFOM e dei suoi santoni ed adepti.

Dal vostro affezionato PhotoBuster, anche per questa volta è tutto. Ci vediamo !

Si ringraziano per la segnalazione del caso:

ScienzeFanPage
http://scienze.fanpage.it/svistamento-ufologico-a-napoli/

Scott Brando-Ufo of Interest
facebook.com/ufoofinterest/


2 commenti:

Stefano ha detto...

Non riesco a capire se sono scemi, in mala fede o entrambe le cose. Voglio dire che se hanno architettato questa fesseria sono veramente "ingenui" a pensare che non li avrebbero facilmente,tutti, scoperti. Ma forse ci credono davvero e sono stati fatti fessi dal "testimone", cosa che è anche peggio dato che palesa che non sono in grado di distinguere una caccola (e non è la prima volta!) su un vetro da un ipotetico ufo...Comunque questa era facile, come sparare sulla CRI! Così scrive Carannante nel suo articolo a questo NON caso: " Era luminoso ma in foto è uscito scuro.". Degno epitaffio per la morte dell'intelligenza loro...

Stefano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.