mercoledì 26 febbraio 2014

Terrore dallo Spazio Profondo.

#stavoltamincazzo mode ON#

Se qualcuno di voi se lo stesse chiedendo:
NO, con il titolo del post non mi riferisco al celebre film, ma allo Spazio Profondo dell' Ignoranza (sì, con la S, la P e la I maiuscola) del CUFOM e di tutto il suo staff di "analisti fotografici", naturalmente compreso del Prez Caranna e del Prez Honorè Piccalù.

E sto parlando d' ignoranza legata alla fotografia, alla fototecnica, e all' analisi fotografica legata alle foto di presunti UFO.
E mi fermo qua.
Voi lettori potrete sicuramente trovare aggettivi più consoni .
Perché non ci sono scusanti, nemmeno dopo le ricorrenti parate di sedere del Prez, che appena può scrivere qualcosa ricorre alla frasetta preconfezionata: "naturalmente l' oggetto potrebbe essere qualsiasi cosa".
Una via di fuga è utile in caso d' incendio, ma altresì quando si cominciano a dire stupidaggini o cose senza senso.

La cosa buffa è che nemmeno devo impegnarmi per dimostrare la loro incompetenza (fotografica) totale e abissale: lo fanno già da soli.
Perché il caso di cui parlerò, che avevo già risolto dalla prima occhiata alla foto (ipotizzando), con successiva verifica strumentale & collaborazione con Scott Brando e lo staff di Ufoonline non solo è stato utilizzato per i soliti articoli sensazionalistici che contraddistinguono il CUFOM, ma dopo una verifica dei sopracitati "tecnici analisti" (io li chiamerei foto-incompetenti prezzolati) è stato addirittura sdoganato come "per noi rimane un UFO" (il che è una contraddizione in termini: se non sai che cos'è, come fai a chiamarlo "UFO"? hai un catalogo del concessionario di astronavi?)....e non è finita qua: sono state addirittura trovate "analogie" e\o "similitudini"  con un altro caso...di fenomenologia totalmente differente dal primo. (una versione "pimpata" di una lanterna cinese: una mongolfiera adornata di lumi addizionali e di una "coda" di lumi.)
Insomma come comparare mele con le pere.

E poi si lamentano se sono duro con loro.
Ragazzi: se non studiate e non vi applicate, il Professore di FotoTecnica e Analisi Fotografica (e cioè IO) vi dà un brutto voto, vi dà compiti in più, non vi fa andare in gita coi compagnetti e alla ricreazione restate in classe.
A studiare.
Perché ne avete sicuramente bisogno.

#stavoltamincazzo mode OFF#

Andiamo a scoprire il caso.....



Nella giornata del 23 febbraio, il Dr. Carannà( "Dr." in COSA? ...) pubblica questo delirante inizio articolo:
Screenshot del sito CUFOM - Credits: PhotoBuster
Letto bene? Memorizzate il tutto, servirà tra poco....perché appena dieci righe sotto la rosicata iniziale, il Prez inserisce la foto relativa a questo caso, aggiungendo che 
"Abbiamo dovuto ridurre la grandezza delle immagini con inevitabile ripercussione purtroppo sulla risoluzione, altrimenti non le avremmo potuto vedere qui."
Insomma, nessuna remora a mentire...l' immagine NON aveva bisogno di ridimensionamenti per essere visualizzata (basta uploadarla in qualsiasi sito di sharing), ma ne aveva bisogno per mettere i "pali tra le ruote" di chi vuole controllare la veridicità delle parole del Prez.
E poi la chiamano ricerca.
Dilettante.
Non ha ancora capito che se degrada la foto le misurazioni fotometriche e le analisi possono comunque essere eseguite dal sottoscritto: il degrado (se c'è) è distribuito uniformemente su tutta la foto....e quindi basta compensare...e no, non vi dico come faccio: non dò vantaggi al Prez.....(sto scherzando....è di dominio pubblico, è una funzione che si può utilizzare anche in PhotoShop.....ma gli "espertoni" mica s' informano...sigh).

E quindi ci vuole altro per fermare PhotoBuster...ve le propongo con il formato pubblicato dal CUFOM:

Eccola:

Ecco l' UFO del CUFOM.....

Ma naturalmente, oltre alle farneticazioni del nostro Prez preferito, nessuna verifica strumentale, nessun controllo, nessuna verifica, solo i soliti filtraggi alla CDC:

screenshot delle farneticazioni fotografiche dei due falsi esperti CUFOM
Da notare l' assoluta inutilità delle filtrature psichedeliche utilizzate.
E tra l' altro inutili, oltre che vergognosi. Ma ci indicano una cosa molto importante: chi ha analizzato gli scatti con questa metodologia non sa NULLA di fototecnica.

Le filtrature utilizzate non solo han tolto il dettaglio e i colori originali, ma hanno modificato sensibilmente la forma fotografata originariamente.

Se per fare gli esami del sangue l' analista mischiasse grappa al mirtillo al vostro campione, vi fidereste? Giudichereste l' esame del sangue "valido"?
So già che mi risponderete di NO. E non serve una laurea in medicina per capirlo.

Oltre a questo....IL NULLA. Nessuna verifica, nessun controllo ulteriore, quello è un UFO.

Io lavoro in maniera diversa, o meglio tutti i ricercatori (quelli "veri") lavorano in maniera differente.

Controllo per prima cosa la gamma colore dell' "oggetto": risulta estremamente compatibile con le altre luci che compaiono nella foto: se l' oggetto è un UFO allora usa lampadine allo iodio\alogene esattamente come i lampioni stradali che vediamo nella foto.
E già da questa verifica possiamo tranquillamente escludere l' UFO.
Loro di sicuro non usano lampadine della Philips o della Osram.

Ma so già che al Prez questo non basterà ("e chissenefrega" direte voi miei cari lettori che state già sghignazzando, lo so) e allora procedo con ulteriori verifiche.

Credits: cortesia di UFOofInterest \ Scott Brando
Foto originale Giorgio Nosengo
Abbiamo un intervento di un abitante della zona, il Sig.Giorgio Nosengo, direttamente dalle pagine di TorinoToday pubblica una foto simile, con delle utilissime indicazioni...le giro anche sul forum tramite Scott...vediamo se le nuove info servono a risolvere ulteriormente il caso (che sarebbe chiuso da un pezzo).

La pista di Bielmonte
Credits: risozaccaria.com
Non finisce qui: il testimone addizionale fornisce al buon Scott Brando una serie di scatti similari identici a questo...oramai non dovrebbero esserci più dubbi, e arriva una segnalazione da un utente del forum di Ufoonline, Miro.72: la pista ritratta è quella di Bielmonte, illuminata in notturna per eventi o nel calendario di apertura, esattamente come riportato nel loro sito dove viene indicato anche l' orario: le piste sono aperte tutti i venerdì sera dalle 19.30 alle 22.30...e il giorno e l' orario sono perfettamente compatibili.
E ci sono pure delle foto risalenti alla stagione 2013 dove gli impianti sciistici del Bielmonte risultavano illuminati...che atmosfera.

E quindi dovrebbe bastare. Dovrebbe.

Non illudetevi non basta ancora, perchè dopo aver letto sicuramente il forum di Ufoonline il nostro Prez sarà andato su tutte le furie. Che spasso.

E succede: dirama un proclama dal suo gruppo FaceBook.
Prevedibilmente prevedibile. Bah.

Screenshot del post del CUFOM dopo aver letto avidamente il forum di Ufoonline:comincia l' arrampicata sugli specchi. Credits: BiancoFive
Vorrei solo sottolineare il passaggio
"per noi è un oggetto volante non identificato. Le affermazioni bisogna provarle"
Dice tutto. O meglio, le farneticazioni successive sono anche meglio.
Ma di sicuro il caso è oramai chiuso.
Eh no, il Prez ci ha fregati un' altra volta. Alla casella di posta degli Admin di Ufoonline arriva un roboante messaggio foriero di mille sventure, come nella migliore tradizione rosicatoria Cufomiana.
Attenzione, danneggia gravemente gli occhi e la vista, vi ho avvisato.
"Intervengo in qualità di Presidente del C.UFO.M. Abbiamo fatto tanti accertamenti, ma se permettete l’ipotesi pista da sci non sta né in cielo, né in terra. La foto che avete postato su questo sito è molto diversa da quelle inviate dal testimone. Le montagne nel caso dell’ufo di Rivoli sono lontanissime. L’oggetto volante non identificato è piuttosto grande e non somiglia in alcun modo alla pista da sci che mostrate voi senza un becco di prova. Dove sono le luci che si vedono nell’oggetto di Rivoli? Il sottoscritto e gli analisti vedono nelle foto da voi proposte solo un indistinto insieme di luci. Non dobbiamo per forza spiegare gli avvistamenti con ipotesi convenzionali anche quando ipotesi non ce ne sono e per di più sono infondate come quella della pista da sci. Le montagne innevate nelle foto dell’ufo di Rivoli sono distanti decine di chilometri. Come dovrebbe essere grande ogni singola luce dell’ipotetica pista da sci? Da quanto dite voi ogni lampadina o faro dovrebbe avere una dimensione di diverse decine di metri: è un’assurdità in termini. Abbiamo altre foto che ritraggono lo stesso panorama dove non c’è l’ufo e quindi non c’è di conseguenza alcuna pista da sci. Qualcuno ha detto che la pista aveva le luci spente negli altri giorni. Ma secondo voi, le piste di sci che lavorano, specie con il riscaldamento globale, pochi mesi all’anno, si permettono il lusso di essere chiuse in alcuni giorni? Inoltre non ci troviamo con la prospettiva e le dimensioni. Le montagne si presentano in una posizione incompatibile, per l’ipotesi da voi sostenuta, rispetto a quello che è l’ufo sospeso. E poi perché i testimoni non hanno mai visto nulla di simile e quindi perché in precedenza ma anche dopo non hanno mai visto questa ipotetica pista da sci? Stranamente nemmeno le macchine fotografiche non si sono mai accorte della presunta pista da sci? Perché non dite a questa persona che vi ha mandato le foto di scattare dalla stessa distanza del nostro testimone la stessa foto? A quanto vedo il metodo scientifico tante persone proprio non lo conoscono: gli esperimenti e le verifiche si fanno esattamente nelle stesse condizioni che nelle foto da voi postate non sono state rispettate. Noi non escludiamo nulla, ma per favore prima di scrivere di tesi infondate, pensateci almeno su due volte se non di più. Ah un’ultima cosa: per cortesia non cestinate questo mio intervento. Ne saprete di più nei prossimi giorni, ma non ce ne sarebbe nemmeno bisogno tanto è stupida ed irrazionale la tesi pista da sci. Restiamo aperti ad ogni soluzione purchè provata e non dettata da preconcetti. Per trattare i casi bisogna lavorare duro con molte persone (nel nostro caso gli esperti del C.UFO.M. in varie materie) e non prendere una foto, postarla e dire di aver risolto il caso. Infine ripeto che non escludiamo la tesi pista da sci, proprio per una elementare razionalità che nulla esclude, anche se tale ipotesi ci sembra azzardata e una pura illazione. Questo è quanto.

Ipotesi, illazioni, supposizioni...volete aggiungere qualcosa?
Avreste voglia di dire "le affermazioni vanno provate", vero? Eh sì.

Questa è la mia risposta sul forum, che tanto lo so che lo legge Prez.
E lo scrivo anche qui, così lo legge due volte.
"Caro Prez, La smetta di dire assurdità e di credere erroneamente che LEI e i suoi analisti fotografici incompetenti abbiate il know how necessario per fare queste affermazioni roboanti. Glielo chiarisco da queste pagine (che Lei e i suoi fidi compari leggete AVIDAMENTE). Lei NON ha a disposizione dei tecnici qualificati, ma dei semplici informatici, impreparati per eseguire qualsiasi "analisi" fotografica (quelle che presentate sul vostro sito difatti NON LO SONO) inoltre millanta titoli di studio inesistenti e titoli avuti con diplomi per corrispondenza online (il suo "Dr." difatti non è "Dott."....e c'è una bella differenza, il titolo "Dr." si paga circa dai 5000$ ai 10000$ oltreoceano senza farsi nemmeno un' ora d' aula).
Mi sbaglio? Ci faccia vedere questo benedetto diploma, ce lo sbatta in faccia, no?

Per concludere, quando Lei deciderà finalmente di rendersi un attimino responsabile e (finalmente) smetterla di danneggiare la ricerca seria, vedrà che l' Ufologia italiana (non la (F)Ufologia che spaccia LEI) gliene sarà grata.

Cordialmente il suo aguzzino preferito.

Ma non basta, o almeno non MI basta: quando uno non capisce, bisogna purtroppo ripeterlo.
Stavolta ci pensa Scott...rispondendo punto per punto alle improbabili affermazioni del nostro "Dr."
In blue il post originale del Prez.
"La foto che avete postato su questo sito è molto diversa da quelle inviate dal testimone. Le montagne nel caso dell’ufo di Rivoli sono lontanissime.

 Sono diverse in quanto scattate da una diversa angolazione e postazione, esattamente da Verrone (BI), località posta più a nord-est rispetto Rivoli.

L’oggetto volante non identificato è piuttosto grande e non somiglia in alcun modo alla pista da sci che mostrate voi senza un becco di prova.
E quale prova avrebbe invece fornito il CUFOM che quello su Rivoli è un oggetto volante non identificato che ha preso residenza per circa tre ore sui cieli torinesi?


Il sottoscritto e gli analisti vedono nelle foto da voi proposte solo un indistinto insieme di luci.
Lo stesso indistinto insieme di luci che ha fatto fantasticare il CUFOM avendolo poi accostato all'aquilone di Medellin.


Non dobbiamo per forza spiegare gli avvistamenti con ipotesi convenzionali anche quando ipotesi non ce ne sono e per di più sono infondate come quella della pista da sci.
Difesa sterile di un punto di vista legittimo ma fragile.


Le montagne innevate nelle foto dell’ufo di Rivoli sono distanti decine di chilometri. Come dovrebbe essere grande ogni singola luce dell’ipotetica pista da sci? Da quanto dite voi ogni lampadina o faro dovrebbe avere una dimensione di diverse decine di metri: è un’assurdità in termini.
Questo rilievo non vale nemmeno la pena rettificarlo. Gli analisti del CUFOM credono che l'inquadratura di una digitale produca la stessa immagine osservata dall'occhio umano, che non è fornito di zoom ottico/digitale.


Abbiamo altre foto che ritraggono lo stesso panorama dove non c’è l’ufo e quindi non c’è di conseguenza alcuna pista da sci.
Giustificabile col fatto che alcune strutture sciistiche hanno aperto le loro attività serali una o due volte a settimana a partire dalle ore 19.30/20 fino alle ore 22.30/23


Qualcuno ha detto che la pista aveva le luci spente negli altri giorni. Ma secondo voi, le piste di sci che lavorano, specie con il riscaldamento globale, pochi mesi all’anno, si permettono il lusso di essere chiuse in alcuni giorni?
Si parla di eventi notturni, di particolari ricorrenze e non della normale attività sciistica diurna. Sono ovvietà che sfuggono al CUFOM.


E poi perché i testimoni non hanno mai visto nulla di simile e quindi perché in precedenza ma anche dopo non hanno mai visto questa ipotetica pista da sci?
Non la pensa così Giorgio Nosengo che così si è espresso:

"Per me non era una novità vedere sui monti biellesi quelle luci anche perché tutti gli anni di questo periodo e nel periodo natalizio vengono accese penso per disputare delle gare notturne."


Perché non dite a questa persona che vi ha mandato le foto di scattare dalla stessa distanza del nostro testimone la stessa foto?
Qualche referente del CUFOM potrà certamente recarsi il prossimo venerdì 28, dove in calendario è prevista l'apertura serale di qualche struttura sciistica.


Noi non escludiamo nulla, ma per favore prima di scrivere di tesi infondate, pensateci almeno su due volte se non di più.
Da che pulpito. Il CUFOM ha fantasticato sull'ufo di Rivoli che si è fatto un bel viaggetto transoceanico per ritrovarsi, dopo tre giorni, su Medellin. Il tutto basato su un DATO INFONDATO, per aver capito male QUELLI DEL CUFOM la data dell'avvistamento colombiano che era del 25 gennaio e non del 17 febbraio.


Ne saprete di più nei prossimi giorni, ma non ce ne sarebbe nemmeno bisogno tanto è stupida ed irrazionale la tesi pista da sci.
Personalmente non vedo l'ora di leggere le prossime tesi del CUFOM. Ho una collezione da portare avanti.


Per trattare i casi bisogna lavorare duro con molte persone (nel nostro caso gli esperti del C.UFO.M. in varie materie)
Esperti in cosa? Nei filtri grafici o montaggi di trailer dozzinali?


Infine ripeto che non escludiamo la tesi pista da sci, proprio per una elementare razionalità che nulla esclude, anche se tale ipotesi ci sembra azzardata e una pura illazione. Questo è quanto.
Ah ecco, però le mani avanti le mette sempre il CUFOM... [SM=g1950690] Prima la tesi è irrazionale e infondata, ma alla fine tutto può essere. Bel ragionamento. COMPLIMENTI!

Oltre a questo, il vide Admin di Ufoonline, Davide Veraldi aka +maranatha+ produce una gif animata con la sovrapposizione della foto del testimone alla veduta diurna: spettacolo. 
Mi sono commosso: ecco perché faccio analisi da 25 anni, ecco perché mi piace appassionare la gente a trovare la fuffa. Solo questa piccola GIF mi ripaga.
Grazie Davide.










E ora Prez? E non ho nemmeno dovuto faticare: pensi se m' impegno.
Che c'è d' aggiungere? Nulla.

Solo una foto di una delle tante piste da sci del Monte Bondone, la montagna che ho di fronte a casa, illuminata in notturna il giovedì e il sabato: e prima che me lo chiediate...no, nessuno ha fatto segnalazioni UFO qui a Trento.
Indovinate perché.

Una delle tante piste del Monte Bondone, caro Prez se vuole venire a controllare.... - Credits: www.4snowboard.it

Links del caso (eh, sì....mica l' ho risolto da solo....).
UfoOfInterest

6 commenti:

Osci IndaWareHOUSE ha detto...

Osccillator23 dice:

Quindi i bagliori che si intravedono anche dalla mia finestra guardando il bondone o il mega ufo che si scorge osservandone la cima dalla zona Lavis-zambana non sono altro che una pista da sci?
E io che pensavo di farmi raeliano per questo motivo.
Scherzo.
La cosa più assurda dopo la spiegazione del fenomeno da parte del più alto in carica, è che la notizia ha fatto il giro del mondo!
Mi chiedo perché l'ufologia seria si trova in secondo piano rispetto ai ciarlatani tanto acclamati dai media.
La cosa assurda è che la maggior parte delle persone credono e supportano ciecamente a certe idiozie.
Forse sono stanchi degli antichi dogmi che da tempo hanno lobotomizzato la consapevolezza umana, attribuendo lo stesso valore a qualcosa di più moderno come gli alieni o gli ufo alienadosi.
Intanto però qualcuno, come sempre, se ne approfitta dell ingenuità globale per assicurarsi la pagnotta.

Grazie Paolo e ragazzi di ufoonline per l'ennesimo contributo.

Insider ha detto...

E' stato il colpo di grazia. Preghiamo.

Approfitto per salutare Osci, lieto di ritrovarti su queste pagine :-)

Quindi quelle luci le vedi anche tu da casa tua? Quando ti capiterà l'occasione, potresti gentilmente scattare qualche foto giusto per integrare i già ampi riscontri che hanno definitivamente decretato l'incompetenza del CUFOM in merito al fenomeno UFO?

Grazie, a presto.
Come sempre, ottimo Paolo!

Skure ha detto...

le piste del Bondone le vediamo tutti i giovedì e i sabato......

tandreamster ha detto...

Sono l'alieno di Torino e vi prego di non postare mie foto. Grazie.

Skure ha detto...

tranquillo: abbiamo inserito solo quelle di Rivoli

Numero_6 ha detto...

Toh, hanno poco fa postato la """prova""" che non è una pista da sci: un'immagine resizata a 640x480 con ghignosa scritta, senza alcuna indicazione di quando sia stata scattata. E se dicessero di averla scattata ieri sera, beh, peccato che sulla pagina Facebook di Bielmonte sia stato comunicato che le piste fossero chiuse.