venerdì 25 settembre 2009

Intervallo - In Montagna

Non sempre i casi che mi vengono sottoposti provengono da C.I.S.U. o ricercatori, molte volte infatti anche i clienti del mio negozio contribuiscono con domande o delucidazioni sulle loro fotografie.


E' il caso della foto che vi propongo oggi.


TESTIMONIANZA:

"....in effetti al momento dello scatto non mi sono accorto di nulla, ma ricontrollando il file mi sono accorto della presenza, in una delle foto, di quella strana figura tra i due soggetti fotografati...sono sicuro che non sia una figura "divina" , ma non riesco a spiegarmi cosa sia...le due foto sono scattate con un breve intervallo di tempo tra di loro, il tempo necessario per inserire il flash per illuminare i visi in controluce, ma solo sulla seconda appare la strana "figura""


Premetto che il cliente in questione (nome e visi ritratti nelle foto sono censurati a difesa della privacy) è una persona assolutamente equilibrata e seria, appassionato da sempre di fotografia, e che non ha nemmeno per un attimo pensato ad "apparizioni mistiche" o misteriose presenze arcane...ha chiesto, e assieme abbiamo trovato la "soluzione" al mistero.


Ed ora, le 2 foto, scattate a pochi secondi l' una dall' altra:

000002-privacy

000001-privacy

La figura citata appare nel riquadro evidenziato in rosso, potete osservarla meglio nell' ingrandimento.

inquadratura

E' quasi impressionante: assomiglia proprio ad una figura "divina", con gambe, braccia, e ALI!
Tra l' altro, illuminata di una luce propria!


Ma è solo...un grillo di montagna.

Locust-flying

Potete notare (figura ingrandita):

-la forma del muso dell' insetto (triangolare),
-un accenno d' antenne sopra la testa (è fuori fuoco, non si vedono molto bene)
-le ali (venute "mosse"),
-una coppia di zampe (che "formano" le gambe dell' angelo)
-e la seconda coppia di zampe sul fianco dell' addome, che danno l' impressione di essere "braccia".

Quindi...nessun mistero nè apparizioni mistiche, ma solo una fortuita coincidenza.

Tra l'altro a conferma possiamo osservare quanti insetti stiano volando attorno alle persone
nel primo scatto (quello senza flash): sono decine, e non ci si sorprende ad averne preso uno
nel secondo scatto vicino alla fotocamera, a distanza ravvicinata.

000002-mod2

000001-mod2

Caso Chiuso!

( e un GRANDE grazie al mio cliente, per l' autorizzazione alla pubblicazione delle foto ! )

11 commenti:

eSSSe ha detto...

che effetto spettacolare.
molto suggestivo.
ciao
eSSSe

Skure ha detto...

GRAZIE !!!

Fozzillo ha detto...

Molto interessante! Come tutti gli altri post!

Tempo fa mi sono cimentato nell'analisi di una foto con "fantasma" sul blog di Massimo Polidoro.

Alla fine non ho trovato una soluzione per me accettabile, ma un altro utente si fece passare per "genio" dimostrando che si trattava di un lens flare (non capovolto ne simmetrico rispetto al centro).

Il "genio" è talmente bravo a fotografare che usa il flash per riprendere i fuochi d'artificio con l'autofocus.

Dato che mi trovavo in una discussione in cui davano ragione ad un tale fesso salutai e me ne andai.

Ma la curiosità su cosa aveva prodotto quell'effetto continua a stuzzicarmi.

Ci daresti un'occhiata?
Ho anche la copia originale della foto con gli EXIF (che ti potrei mandare).

I post sono 2,

Fantasmi sotto la Tour Eiffel?



Forse risolto il mistero del “monaco” sotto la Tour Eiffel

Skure ha detto...

Ho cancellato il mio commento precedente di risposta.
(eh....)

Direi che il secondo post segnalato ha già risolto il problema:
nello scatto è stato sicuramente impiegato un tempo di scatto piuttosto lungo (più di 1\60 di secondo, penso attorno a 1\30-1\15, ma mi riservo di visionare i dati EXIF) che ha dato luogo ad un' esposizione del CCD "secondaria", impressionando sopra le teste dei presenti (contemporaneamente il fotografo stava abbassando la fotocamera dopo lo scatto) la persona indicata (la ragazza)

Sull' estrema destra della foto abbiamo un altra area con caratteristiche similari.
(non avendo l' originale non posso analizzare con precisione).

Se la foto fosse stata scattata con un' analogica, l' effetto sarebbe stato similare, e forse condizionato da temperature rigide (l' otturatore, è spalmato di un leggero strato di olio per lubrificazione che s' indurisce con il freddo) oltre che dalle stesse ragioni (tempi di scatto lunghi) della fotocamera digitale

Fozzillo ha detto...

Anch'io credo nella doppia esposizione, ma ho delle perplessità.

Il fantasma è poco mosso, quindi esposizione corta per lui, ma le luci che ha attorno la ragazza sono molto brillanti, e dovrebbero impressionare comunque.

Inoltre la ragazza ha un ragazzo molto vicino a lei che non mi spiego come mai sia mancante accanto al fantasma.

incollo i dati EXIF

Descrizione dell'immagine :
Costruttore : SONY
Modello : DSC-P43
Orientamento : alto-sinistra (1)
Risoluzione X : 72
Risoluzione Y : 72
Valore risoluzione : Pollici
Data di modifica : 2007:12:04 23:34:05
Posizionamento YCbCr : accollé (2)
:
Tempo d'esposizione [s] : 1.00
Valore-F : 2.8
Programma d'esposizione : Normale (2)
Sensibilità equivalente ISO : 100
Versione EXIF : 02.20
Data¦ora originale : 2007:12:04 23:34:05
Data¦ora digitalizzata : 2007:12:04 23:34:05
Configurazione dei componenti : YCbCr
Bits per pixel compressi : 8
Compensazione dell'esposiziozne : -17/10
Apertura massima : F2.8
Modalità calcolo esposizione : Multi-segmento (5)
Sorgente luminosa : Sconosciuta (0)
Flash : Non emesso
Lunghezza focale [mm] : 5
Versione FlashPix : 01.00
Spazio Colore (BPP) : sRGB
Larghezza dell'immagine : 2304
Altezza dell'immagine : 1728
Posizione interoperabilità : 2276
Origine del file : DSC
Tipo di scena : Immagine fotografata direttamente
Resa personalizzata : Processo personalizzato (1)
Modo d'esposizione : Manuale (1)
Bilanciamento del Bianco : Auto (0)
Tipo di cattura della scena : Standard (0)
Contrasto : Normale (0)
Saturazione : Normale (0)
Nitidezza : Normale (0)
:
Indice IOP : R98
Larghezza IOP : 0100
:
:
Compressione : 6
Costruttore : SONY
Modello : DSC-P43
Orientamento : alto-sinistra (1)
Risoluzione X : 72
Risoluzione Y : 72
Valore risoluzione : Pollici
Data di modifica : 2007:12:04 23:34:05
Décalage de la vignette : 2482
Dimensione immagine : 9461

Skure ha detto...

@Fozzillo

Anch'io credo nella doppia esposizione, ma ho delle perplessità.

Il fantasma è poco mosso, quindi esposizione corta per lui, ma le luci che ha attorno la ragazza sono molto brillanti, e dovrebbero impressionare comunque.


Domanda e perplessità lecita, devi tener conto di diversi fattori:
-tempo di scatto 1 secondo
-probabilmente, non accorgendosi del lunghissimo tempo di scatto (il "minimo" per non ottenere una foto mossa a mano libera è di 1\60 di secondo) il fotografo ha scattato, e ha abbassato la fotocamera, in quel lasso di tempo che mancava alla fine dello scatto, con una rotazione (prova a vedere come ti muovi quando finisci di scattare una foto) che ha posizionato le altre "esposizioni fantasma" degli altri componenti del gruppo in zone meno omogenee dell' immagine (in primis il gruppo stesso)

Osservando attentamente la foto originale è probabile che si possano notare.

Inoltre la ragazza ha un ragazzo molto vicino a lei che non mi spiego come mai sia mancante accanto al fantasma.

Le spiegazioni possono essere molteplici, ad esempio che gli altri componenti del gruppo si sono mossi dopo lo scatto, trasformando l' esposizione prolungata in un alonatura senza contorni che si mischia allo sfondo

Se vuoi posso visionare la foto originale, se mi passi un link o mail.

Ciao e a presto.

Paolo

Fozzillo ha detto...

Non avevo notato la tua mail...

Foto inviata!

Fozzillo ha detto...

Sì, la posizione del fantasma è compatibile con il classico movimento di abbassate la camera per vedere l'anteprima sul display.

Quello che non mi spiego è la mancanza di altri soggetti nella seconda esposizione, nessun altro elemento dell'immagine sembra essere duplicato come la ragazza/fantasma.

Ho pensato che qualcosa abbia illuminato la ragazza e solo lei, magari il faro di una macchina in manovra li vicino...

E poi le luci sullo sfondo che formano quelle "note musicali", tracciano bene la "tremarella" del fotografo durante il secondo di esposizione, pure nei tratti dove il mosso è più veloce la strisciata è visibile.

Per impressionare il fantasma senza impressionare le luci di sfondo ci vorrebbe un bel falsh e i testimoni non lo hanno notato.

Skure ha detto...

il problema dell' assenza degli altri visi non è una questione di illuminazione solo della ragazza, ma bensì della presenza dei fari dietro al gruppo, sulla sinistra della foto, che hanno "cancellato" la debole traccia lasciata dalla lunga esposizione degli altri visi.

Sulla sinistra del "fantasma" si nota il collo di un maglione\giacca compatibile con la persona sta vicino alla ragazza.

Ti ho inviato via mail una risposta più completa.....

ciao e grazie

Paolo

Fozzillo ha detto...

Sono io a ringraziarti moltissimo!

P.S.
Non ho ancora ricevuto la mail di cui parli...

Skure ha detto...

re-inviata mail....ho risposto all' indirizzo da cui hai mandato la foto